Acquista i biglietti

TRAPANATERRA Tornare per non restare

TRAPANATERRA Tornare per non restare

 Teatro Cantiere Florida Firenze
venerdì 24 novembre 2017
21:00

DI DINO LOPARDO COLLABORAZIONE DRAMMATURGICA E REGIA ROSA MASCIOPINTO CON DINO LOPARDO, MARIO RUSSO MUSICHE MARIO RUSSO SCENOGRAFIA ANDREA CECCHINI DISEGNO LUCI PAOLO VINATTIERI ASSISTENTE REGIA

DI DINO LOPARDO COLLABORAZIONE DRAMMATURGICA E REGIA ROSA MASCIOPINTO CON DINO LOPARDO, MARIO RUSSO MUSICHE MARIO RUSSO SCENOGRAFIA ANDREA CECCHINI DISEGNO LUCI PAOLO VINATTIERI ASSISTENTE REGIA ELENA OLIVA COMUNICAZIONE AMALIA DI CORSO PRODUZIONE E ORGANIZZAZIONE MADIEL TEATRO PRIMA NAZIONALE L’emigrato è un naufrago in terra natia. Quello che ha conosciuto lo rende estraneo. Quello che sa, e che gli altri non sanno, lo rende più solo. Trapanaterra è un’Odissea lucana, una riflessione sul significato di “radice” per chi parte e per chi resta, un’ironica e rabbiosa trattazione dello sfruttamento di una terra. «Chi sei? Dove vai? Da dove vieni? Cosa vai cercando? Quando te ne andrai?» sembra dire il fratello che è restato a quello che è tornato, organetto alla mano, alla terra dei padri. Il più piccolo in calosce si districa tra i tubi gorgoglianti della raffineria. Il più grande, quello che è scappato, è un bohémien che respira di nuovo l’aria di casa, una casa che forse non c’è più, che è cambiata. Un Paese di musica e musicanti dove non si canta non si balla più, nemmeno ai matrimoni. Si può solo sentire il rumore delle trivelle, la puzza dei gas e il malaffare. Qualcuno è partito perché altri potessero crescere, perché la terra madre non ha i mezzi per alimentare le speranze di tutti. Ma di chi è il coraggio, di chi resta? O di chi torna?