Acquista i biglietti

STICK MEN "PROG NOIR TOUR 2018

STICK MEN "PROG NOIR TOUR 2018

 Viper Theatre - Firenze
sabato 3 marzo 2018
21:30

Dietro al sinistro giustiziere in trench di copertina - una sorta di Rorschach dalla testa luminescente - si nasconde un super-gruppo altrettanto intimidatorio, formato da alcuni membri del passato e

Dietro al sinistro giustiziere in trench di copertina - una sorta di Rorschach dalla testa luminescente - si nasconde un super-gruppo altrettanto intimidatorio, formato da alcuni membri del passato e del presente dei King Crimson: Tony Levin (Chapman Stick, voce), Pat Mastelotto (batteria) e Markus Reuter (touch guitar). Il nome della band si riferisce presumibilmente al Chapman Stick, perno sonoro della sua proposta musicale, anche se è doveroso ricordare come in passato sia già apparsa sulle scene una formazione omonima di "uomini bastone", quella guidata da Peter Baker negli anni Ottanta. Con quattro album in studio già all'attivo, in "Prog Noir" il trio decide tuttavia di compiere una piccola metamorfosi e aggiunge alle proprie strumentali arie di bravura anche la voce narrante di Tony Levin, che tinge il panorama di una certa atmosfera noir. Alle turbolenze ritmiche si amalgama pertanto anche una componente più melodica, oscura e mai definita, che va quasi a colmare il ruolo sinfonico affidato generalmente nel prog alle tastiere. D'altronde, lo scopo degli Stick Men è quello di sorprendere l'ascoltatore e portarlo nella frontiera tra il progressive, la fusion e il metal, guardando così nella profonda voragine tra la tradizione classica e la musica del futuro. Il fatto che riescano a farlo senza sacrificare gli elementi propri del progressive (tempi dispari, virtuosismo tecnico, sotto-sezioni) ma, anzi, rendendoli accattivanti e portandoli all'interno del minutaggio standard della forma-canzone (dai 4 ai 6 minuti) è già di per sé un piccolo trionfo.