Acquista i biglietti

TAZENDA ANTISTASIS

TAZENDA ANTISTASIS

 PARCO CHICO MENDES
sabato 31 luglio 2021
18:00

Quest'anno i Tazenda si preparano a reinventare uno spettacolo che metta in risalto tutte le idee che hanno sviluppato in passato, ma rendendole ancora più personali con l'aiuto del nuovo disco che

Quest'anno i Tazenda si preparano a reinventare uno spettacolo che metta in risalto tutte le idee che hanno sviluppato in passato, ma rendendole ancora più personali con l'aiuto del nuovo disco che si chiama "Antìstasis". I suoi contenuti parlano di equilibrio e di empatia. Questi valori saranno rappresentati grazie alle idee di un team consolidato di manager, musicisti, disegnatori di luci, laser e giovani creativi video maker che contribuiranno a rendere lo show competitivo anche nei confronti dei colleghi dell’intera penisola. Saranno infatti studiate una struttura luci e video di impatto per non abbandonare l’ingrediente che, soprattutto negli ultimi progetti, ha fortemente caratterizzato gli spettacoli. Si farà sempre più uso degli ultimi ritrovati tecnologici in termini di audio, luci, video e scenografie. Anche questa volta, l’obiettivo sarà quello di sfruttarli in maniera innovativa e originale cambiando completamente l’immagine del palco. I Tazenda credono ancora in quella forma espressiva che ha allietato il mondo dagli inizi del secolo fino a oggi: i Beatles, Battisti, i Queen e tutti quelli che, con il cosiddetto pop, hanno contribuito a far trascorrere un po’ più felici le vite di milioni di persone. Loro hanno soltanto aggiunto il loro marchio di sardità a un format comunicativo inossidabile: la canzone. Ecco “Antìstasis” un album nuovo di zecca, il 20° tra live, raccolte e studio. Tanta musica per una band nata come alternativa e poi presto finita tra le braccia del grande successo nazionale. L’album si compone di 11 brani inediti cantati in sardo-logudorese e in italiano. Il contenuto un compromesso tra le tendenze dei tre componenti della band: il desiderio di esplorazione selvaggia di Gino Marielli, l’attenzione per le produzioni moderne di Gigi Camedda e la ricerca della semplicità stilistica e vocale di Nicola Nite. I contenuti sono apparenti storie di persone comuni che si raccontano le loro pene o le loro bellezze romanti